affitto b&b Salento, vacanza b&b salento

  • affitto b&b Salento, vacanza b&b salento 1

  • affitto b&b Salento, vacanza b&b salento 2

Il Salento

Il Salento costituisce quel lembo di terra che forma il tacco dello stivale. Inserita tra due splendidi mari: lo Ionio (a Ovest) e l'Adriatico (a Est) con più di 250 Km di costa a volte bassa e sabbiosa, a volte alta e frastagliata.

Fu terra di conquista nella parte orientale con il passaggio di greci,bizantini,pirati barbareschi. I primi abitanti del Salento furono i Messapi, famosi allevatori di cavalli, che arrivavano dalle coste dell' Illiria.

Il Salento è una regione peninsulare della Puglia sud-orientale


Il Salento geografico corrisponde alla vecchia Terra d'Otranto e perciò comprende tutta la provincia di Lecce, con 97 paesi e 39 piccole frazioni immerse nel verde degli uliveti secolari, del tabacco e delle vigne, con le case bianche e le strade strette e tortuose, ognuno con un proprio dialetto e in alcuni paesi si parla ancora il greco,  quasi tutta quella di Brindisi e parte di quella di Taranto, secondo l'asse che congiunge Ostuni a Taranto.


Si estende dalla cosìddetta 'soglia messapica' fino al capo Santa Maria di Leuca, tra il Golfo di Taranto (mar Jonio) e il canale d'Otranto (mare Adriatico).

Un altro aspetto peculiare del Salento è quello naturalistico, con ben 1390 specie diverse di piante da fiori.

 Il Salento: un pezzo di terra ricco di storia e tradizioni, fa -delle bellezze naturali e architettoniche, dell'ospitalità,  della sua atmosfera magica, le numerose meraviglie da scoprire, il suo sole caldo, il suo cielo blu, il suo mare cristallino, la sua costa da sognoi - suoi punti di forza.

 

Al via la stagione di eventi, sagre, riti e feste: tutte le istruzioni per l’uso


L'unica guida completa agli eventi di Lecce, Brindisi e Taranto



>>> OLTRE I PARADISI ARTIFICIALI. Nel Salento, non c’è nessun paradiso artificiale da ricercare. Qui ci si può accontentare del reale: i luoghi, dalle spiagge sabbiose all’entroterra di ulivi e terra rossa, sono essi stessi un piccolo e delicato paradiso, involontario eppure prezioso frutto dell’arretratezza industriale che li ha caratterizzati negli anni del boom economico. E sono luoghi ideali per emozioni “vere”, luoghi che favoriscono l’incontro fra persone “vere”. È un’estate lontano dal gossip e dall’universo di escort e veline quella che prospetta il primo numero di luglio di quiSalento, la prima rivista di turismo e tempo libero della provincia di Lecce, chesi presenta in edicola con 112 pagine a colori e tutte le notizie di eventi, cultura, tradizioni e attualità (quiSalento si trova anche nelle edicole di Brindisi e provincia e nella zona sud della provincia di Taranto).

>>> SUGGESTIONI D’ORIENTE. Sono le luminarie più sfavillanti e i fuochi d’artificio più fantasiosi a dominare la festa di Santa Domenica a Scorrano, una delle più sontuose dell’estate. Le piazze del Salento si preparano ad accogliere riti ed eventi: da Gallipoli, con la sua Madonna del Canneto, a San Vito dei Normanni, con San Vito e San Vincenzo, da Cursi, con la Madonna dell’Abbondanza, a Muro,Ruggiano, Miggiano e Taviano, che vivono le suggestioni d’Oriente di Santa Marina. 

>>> I SAPORI DELL’INSALATA GRIKA. Sono i sapori dell’insalata grika ad aprire la stagione delle sagre celebrando i prodotti tipici più gustosi che conquistano il cuore dei salentini e dei turisti. La Sagra dell’insalata grika si svolge a Martignano dal 3 al 5 luglio. Dalla Sagra te lu ranu a Merine fino alla Festa Paisana di Scorrano è un festival di sapori salentini, colorato dall’allegria del Carnevale estivo di Brigantino a Crispiano. Come di consueto, come per i Riti anche per le Sagre, segnalazioni meticolose con tutte le istruzioni per l’uso, per partecipare e vivere fino in fondo le iniziative in programma.

>>> L’UNDERGROUND, PIOVANI E GUCCINI. Notti da Oscar a Otranto e a Lecce con Nicola Piovani con suggestioni tra musica e cinema mentre le piazze di tutto il Salento diventano palcoscenico, spesso fino all’alba. Come accadrà a Melpignano per “Passeggiando sulla luna”, una notte bianca in compagnia di musici, letterati e artisti come un inedito Francesco Guccini. E fra gli eventi spiccano i concerti diBlixa Bargeld, sull’onda dell’undergound, e di Gino Paoli, a Cavallino per inaugurare un nuovo teatro, il “Ducale”. Ogni giorno è festa con iniziative, concerti e teatro: nella sezione Eventi si presentano tutti gli appuntamenti dal 1° al 16 luglioin ordine cronologico con dovizia di particolari. Mentre nella sezione Cinema lamini-guida ai film in uscita si apre con il ritorno del maghetto e il programma dell’Otranto Film Fund Festival, sulla strada di Egnatia.

>>> LA TERZA VOLTA DI PAGANI. Sarà la terza Notte per Mauro Pagani, confermato alla guida del Festival di Melpignano: con le prime anticipazioni sulla Notte della Taranta si apre Salento Live, la sezione di quiSalento che indaga nell’arcipelago sonoro della Puglia. In primo piano c’è la casa dei suoni di tradizione di Puglia con il nuovo Archivio sonoro nato a Bari. Ma, come di consueto, c’è anche spazio ai gruppi e agli artisti salentini: Kamafei, il fuoco della contaminazione; Giorgio Tuma, sulla giostra dell’indie-pop; Dj War, i guerrieri del reggae; Marcello Zappatore, tutt’altro che canzonette; Essenza, l’hard rock salentino; Antonio Freesino, pop d’autore; Boo Boo Vibration, le nuove scimmie metropolitane. 

>>> TUTTA L’ARTE DI MIRÒ. Nel Castello di Otranto ecco i coloratissimi segni di Mirò, con una mostra che sarà aperta per tutta l’estate nelle splendide sale del maniero. Nella sezione Mostre, che propone il ricco carnet delle esposizioni più importanti di luglio, in primo piano anche “Super”, rassegna di design internazionale, nell’ex Chiesa di San Francesco della Scarpa, il ritorno a Lecce di Giovanni Korallo, questioni di sguardi nel castello, e il cuore di pietra del Salentoche si trasferisce a Martignano. Aprono invece Salento da leggere, la rubrica che propone le novità editoriali del sud della Puglia, le pagine di Gianni De Santis sui sogni infranti del Salento e quelle di Donpasta con vino e musica, storie da gustare.

>>> TRACCE DI PRIMITIVO. È un viaggio nella civiltà del primitivo ad aprire le pagine della sezione Salento da scoprire che propone un itinerario a Manduria, oltre alle consuete proposte di trekking ed escursioni. Per chi ama pedalare è l’ora dei bicitour tra giardini segreti, vigne e masserie nei dintorni di Nardò. E ancora: in barca, nello Jonio dove la natura è vacanza. Per Musei Salento zoom sull’ecomuseo di Botrugno: tra racconti e antichi mestieri in cantiere il nuovo albergo diffuso.

>>> DI GROTTA IN GROTTA. A Finibus Terrae, di grotta in grotta, solcando i capricci delle onde: la costa di Santa Maria di Leuca è in primo piano nel reportage di Marina Greco per la sezione Luoghi. Mentre è l’arte antica della “spurtara”, che dai giunchi biondi fa nascere borse e cesti, ad essere raccontata nella rubrica Botteghe.

>>> NEI LIDI DEL SALENTO. Una guida puntuale per navigare nei lidi del Salento: quiSalento si arricchisce del servizio Salentomare, riservando uno spazio promozionale agli stabilimenti balneari, un modo intelligente per godersi al meglio il Salento. 

>>> IL FRESCO DELL’ESTATE. È l’acqua e sale, il piatto fresco dell’estate salentina, la tappa del viaggio gastronomico proposto da Massimo Vaglio perSalento da Gustare, la rubrica che, tra sapori e saperi, passa ai raggi X i prodotti tipici del Sud della Puglia. Una sera a tavola? Si può con la rubrica che propone una selezione di ristoranti e trattorie.

>>> I CIELI DEL SALENTO. Sotto i cieli del Salento: la passione di un giovane astronomo è in primo piano in SalentoWeb che invita a cliccare sui domini pugliesi più interessanti. Infine, chiudono il numero di luglio di quiSalento le pagine diSport con l’ora del beach volley e la ripartenza di Lecce e Gallipoli.

>>> IL CANTO DEL NUOVO SALENTO. C’è un Sud che non si arrende e che davanti alle oligarchie del potere alza il volume della sua musica. “E allora tu si de lu Sud”, il cd di Daniele Durante in distribuzione con quiSalento, vuole dare voce e ritmo a tutti coloro che non vogliono rassegnarsi. È il canto popolare del nuovo Salento, che in un brano vede la collaborazione e le voci di Don Rico e Nandu Popu (Sud Sound System), destinato a diventare una hit dell’estate. Il cd è in allegato conquiSalento, a soli 10 euro in più.

>>> LA PIZZICA DEL GRANDE SALENTO. A passi di pizzica nel Grande Salento. O meglio di “pizziche pizziche, tarantelle e tarante”, nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto. Con quasi quaranta minuti di musica tradizionale, frutto di ricerca assidua e della sua passione incessante, Massimiliano Morabito, musicista di Cisternino (uno dei paesi, in Puglia, a più alta densità di organettisti), presenta il suo nuovo cd “Sendë nà rionettë sunà (Senti un organetto suonare) - pizziche pizziche, tarantelle e tarante”, in edicola con quiSalento a soli 10 euro in più.

>>> “quiSalento” è diffuso in tutte le edicole di Lecce e provincia, di Brindisi e provincia e nella zona sud della provincia di Taranto al prezzo di 2,50 euro. Edito da “Guitar”, quiSalento è curato da Cinzia Dilauro, Roberto Guido, MarcelloTarricone e Dario Quarta con la collaborazione di qualificati giornalisti tra i quali Alessandra Del Vecchio, Antonio Farì, Marina Greco, Pierpaolo Lala, Viviana Leo, Stefano Lopetrone e Valeria Nicoletti.
Lecce, 29 giugno 2009
 

quiSalento
 

Una bussola per navigare nel Salento da vivere
http://www.quisalento.it
redazione@quisalento.it